gennaio/2019

Lo STADIO che non ancora non si fa
AS Roma Sport

Lo STADIO che non ancora non si fa

Stadio della Roma : parere del Politecnico

Dopo 7 mesi di immobilismo politico, la giunta Raggi sta per prendere le sue decisioni. Ha perso solo tempo ….. Quello che arriverà alla fine di questa settimana (giovedì 31 gennaio 2019), sarà un parere meramente politico. Il Politecnico di Torino – investito di un incarico che è costato denaro ai cittadini romani – lo emetterà, ma non avrà alcun valore giuridico e non servirà, in caso negativo, a stoppare l’iter.

Ma allora perchè ? Per prendere altro tempo probabilmente ….

LA VALENZA DEL PARERE – Se da Torino arrivasse una relazione che poco si discosta da quella preliminare che, come riferisce Il Tempo, definiva “catastrofico” lo scenario di traffico di una partita serale infrasettimanale, il “piano B” sarà quello di rivolgersi al Governo. Se invece il parere sarà positivo, la Raggi potrà rivendicare la bontà delle sue decisione soprattutto con quei consiglieri riottiosi e dubbiosi.

L’olocausto del 1876
Varie

L’olocausto del 1876

1876 : gli USA istituiscono le riserve indiane

Il 31 gennaio 1876 gli Stati Uniti ordinano ai Nativi Americani di trasferirsi nelle riserve.Quasi tutte le tribù erano state decimate, sconfitte e massacrate e la distruzione dei bisonti le avevano private delle fonti di sostentamento dei veri Americani.

Le riserve furono prima dei campi di rieducazione, poi dei ghetti, infine delle isole di residenza, dove gli indiani d’America potevano mantenere le loro usanze. Ma solo a parole. Non avevano diritto al voto (acquisito solo nel 1924). Nei campi i Veri Americani venivano perseguitati e assassinati, spogliati di tutto. Le riserve di terre infertili o discariche o terreni contaminati. Alcuni gruppi di Nativi Americani furono addirittura “trasferiti” in nuove riserve ricavate in discariche di scorie nucleari.

Si è tentato di tutto per azzerare questo popolo e non solo nell’800.

Solo tra il 1940 e il 1980, il 40% di tutte le donne nelle riserve indiane sono state sterilizzate contro la loro volontà dal governo degli Stati Uniti!! In pieno secolo XX, gli USA hanno messo in marcia un piano di sterilizzazione forzata delle donne native, chiedendo loro di firmare formulari scritti in una lingua che non comprendevano, minacciandole del taglio dei sussidi o, semplicemente, impedendo loro l’accesso ai servizi sanitari.
Gli USA sono stati fondati sul genocidio di 10 milioni di Nativi. Ma di questo Olocausto non dobbiamo sapere niente!!

La Matrix Europea
Storia Varie

La Matrix Europea

La Matrix Europea

Francesco Amodeo, giornalista pubblicista, blogger, scrittore, autore del libro inchiesta “La Matrix Europea”, svela negli studi, di Canale Italia in diretta nazionale, sconvolgenti scenari che difficilmente potrete vedere o approfondire nelle altre televisioni.

IL MITO DELLA CREAZIONE? COPIATO DAI SUMERI
Anunnaki Religione

IL MITO DELLA CREAZIONE? COPIATO DAI SUMERI

UNO STUDIO DELL’ASSIROLOGO GIOVANNI PETTINATO, ACCADEMICO LINCEI

Roma, 31 ago 2000. (Adnkronos) – Il mito della Creazione biblica? Gli scribi giudei che misero mano alla stesura dell’Antico Testamento lo copiarono con molta probabilita’ dalle leggende dei Sumeri, che cominciarono ad apparire sulle tavolette d’argilla intorno al 2400 avanti Cristo. ”Similitudini sorprendenti”, ha annunciato Giovanni Pettinato, ordinario di assirologia all’Universita’ ‘La Sapienza’ di Roma, sarebbero state individuate infatti tra il racconto della Genesi e una settantina di tavolette cuneiformi rinvenute durante gli scavi per lo piu’ nell’antica citta’ sumerica di Nippur, in Iraq, a circa 250 chilometri da Bagdad. Le iscrizioni, relative alla descrizione di una mitologia sulla nascita del mondo, risalgono a un periodo che va con precisione dal 2450 al 1950 a.C., cioe’ dal tempo della dinastia di Kish a quella di Isin.

Il professor Pettinato, accademico dei Lincei, ha condotto un’apposita ricerca su queste tavolette sumeriche conservate nei Musei di Bagdad, Filadelfia e Londra, le cui conclusioni saranno oggetto di due libri di prossima uscita: una nuova edizione di ”La saga di Gilgamesh” (Mondadori) e ”La mitologia sumerica” (Utet). Gli studi del celebre assirologo italiano potrebbero far fare un significativo passo in avanti all’esegesi biblica. Finora si era ipotizzato soprattutto che i primi undici capitoli della Genesi, quelli che vanno dalla Creazione al Diluvio universale fino alla Torre di Babele, fossero stati mutuati dagli estensori del testo biblico durante la cosiddetta Cattivita’ Babilonese del popolo ebraico, attorno al VI secolo a.C.,

Le piramidi : corridoio verso le stelle
Anunnaki

Le piramidi : corridoio verso le stelle

Corridoi puntati verso le stelle

In seguito, però, tali studi vennero ripresi e approfonditi da brillanti ricercatori indipendenti come l’ingegnere belga Robert Bauval (autore del libro Il mistero di Orione) e lo studioso Graham Hancock, i quali giunsero a conclusioni ancora più sbalorditive dei loro precursori. A porli con il piede giusto nelle indagini furono alcune riprese aeree grazie alle quali scoprirono che le tre piramidi riproducevano esattamente le distanze e le proporzioni delle stelle della cintura di Orione, tanto sacre agli antichi Egizi. Dall’ingrandimento dei fotogrammi, infatti, Bauval capì immediatamente che non poteva trattarsi solo di una somiglianza dettata dal caso, in quanto il caratteristico spostamento dell’asse della piramide di Micerino (la più piccola del complesso) rispetto all’allineamento sud-ovest delle altre due piramidi più grandi è una peculiarità che trova la sua perfetta corrispondenza celeste solo nella costellazione di Orione.

Peraltro, in origine le piramidi di Giza erano completamente rivestite da lastre di pietra di Tura (da circa dieci tonnellate l’una) levigate e riflettenti, che dovevano conferire alle stesse una luminosità visibile persino dalla Luna. Per tale ragione gli arabi anticamente chiamavano le piramidi con il termine Al Avram, che letteralmente significa “la luce“. Lo scopo dei costruttori sembra quindi essere stato quello di realizzare uno specchio del cielo in terra. E per verificare la fondatezza di una simile ipotesi i ricercatori utilizzarono allora il software di simulazione Skyglobe al fine di ottenere lo scorrimento della mappa celeste di Giza a ritroso nel tempo.

Scienziati morti negli ultimi 10 anni
Scienza

Scienziati morti negli ultimi 10 anni

Scienziati morti negli ultimi 10 anni

Three scientists investigating melting Arctic ice may have been assassinated, professor claims – Telegraph A Cambridge Professor has made the astonishing claim that three scientists investigating the melting of Arctic ice may have been assassinated within the space of a few months. Professor Peter Wadhams said he feared being labelled a “looney” over his suspicion that the deaths of the scientists were more than just an ‘extraordinary’ coincidence. But he insisted the trio could have been murdered and hinted that the oil industry or else sinister government forces might be implicated. The three scientists he identified – Seymour Laxon and Katherine Giles, both climate change scientists at University College London, and Tim Boyd of the Scottish Association for marine Science – all died within the space of a few months in early 2013. Professor laxon fell down a flight of stairs at a New year’s Eve party at a house in Essex while Dr Giles died when she was in collision with a lorry when cycling to work in London. Dr Boyd is thought to have been struck by lightning while walking in Scotland. Prof Wadhams said that in the weeks after Prof Laxon’s death he believed he was targeted by a lorry which tried to force him off the road. He reported the incident to the police.

http://www.telegraph.co.uk/news/earth/environment/globalwarming/11762680/Three-scientists-investigating-melting-Arctic-ice-may-have-been-assassinated-professor-claims.html

5th holistic doctor (age 33) died in Florida making 5 dead and 5 more missing

http://www.healthnutnews.com/fifth-holistic-alternative-doctor-33-found-dead-in-florida-making-5-dead-and-5-more-missing-doctors/

Alternative Health Doctors Found Dead In the Last 2 Weeks After Run-Ins With The Feds

In the past several weeks,

La sonda cinese Chang’e-4 sul lato nascosto della LUNA
Scienza

La sonda cinese Chang’e-4 sul lato nascosto della LUNA

La sonda cinese è atterrata sul lato nascosto della luna

La sonda Chang’e-4 è atterrata “con successo” sulla faccia nascosta della Luna alle 10,26 locali (3,26 in Italia): lo ufficializzano i media cinesi dopo alcune ore di suspense, in merito alla missione iniziata il 7 dicembre per la conquista di un risultato finora mai ottenuto nell’area inesplorata del satellite terrestre. Le ambizioni aerospaziali della Cina hanno preso forma nell’anno del 50/mo anniversario dello storico sbarco dell’Apollo 11 che portò l’americano Neil Armstrong a essere il primo uomo a calpestare il suolo lunare. La sonda Chang’e-4 ha toccato il suolo lunare e inviato una foto del cosiddetto “lato oscuro” della luna al satellite Queqiao, che trasmetterà le comunicazioni sulla Terra.

Pechino sta investendo miliardi nel suo programma spaziale militare, con la speranza di avere una stazione spaziale con equipaggio entro il 2022 e di inviare missioni umane sulla luna. La missione della sonda lunare Chang’e-4 – intitolata alla dea della luna nella mitologia cinese – è stata lanciata a dicembre dal centro di lancio sud-occidentale di Xichang. È la seconda sonda cinese ad atterrare sulla Luna, seguendo la missione del rover Yutu (Jade Rabbit) nel 2013. A differenza del lato vicino della luna che offre molte aree piatte da abbattere, il lato opposto è montuoso e impervio.

Tra gli obiettivi di Chang’e-4 è condurre studi radioastronomici a bassa frequenza sfruttando l’assenza di interferenze sul lato opposto. Il rover condurrà anche test su minerali e radiazioni,

La borsa degli Astronauti
Anunnaki Biglino

La borsa degli Astronauti

La borsa degli Astronauti

Intervento di Mauro Biglino.