marzo/2019

L’oro dei Sumeri: Sudafrica
Anunnaki

L’oro dei Sumeri: Sudafrica

Sono sempre stati lì.

Qualcuno li aveva già notati prima, ma nessuno riusciva a ricordare chi li avesse fatti, e perché? Fino a poco tempo fa, nessuno sapeva nemmeno quanti fossero. Ora sono dappertutto, a migliaia, a centinaia di migliaia. «E la storia che raccontano è la storia più importante dell’umanità, ma c’è chi potrebbe non essere pronto ad ascoltarla», scrive Dan Eden, presentando «qualcosa di straordinario» che è stato scoperto in una zona del Sudafrica, a circa 280 chilometri dalla costa, ad ovest del porto di Maputo (capitale del Mozambico). «Sono i resti d’una grande metropoli che misurava, secondo stime prudenti, circa 5.000 chilometri quadrati. Faceva parte di una comunità ancora più ampia, di circa 35.000 chilometri quadrati, che sembra essere stata costruita – siete pronti? – dal 160.000 al 200.000 avanti Cristo». Il perimetro della megalopoli, scrive Eden in un post ripreso da “La Crepa nel Muro”, si lo può intravedere attraverso Google Earth. La regione è remota, ma i “cerchi” presenti sul terreno non erano sfuggiti, in passato, agli agricoltori indigeni. «Nessuno però s’era mai preso la briga di informarsi su chi potrebbe averli fatti o quale età potessero avere». La situazione è cambiata quando se n’è occupato il ricercatore Michael Tellinger, in collaborazione con Johan Heine, un vigile del fuoco locale, nonché pilota, che – dal suo aereo – aveva osservato quelle rovine per anni, sorvolando la regione.

Heine aveva un vantaggio unico: essersi reso conto del numero e della portata di quelle strane fondazioni di pietra.

Contribution to the Theory of Natural Selection
Anunnaki Scienza

Contribution to the Theory of Natural Selection

Contribution to the Theory of Natural Selection

di Alfred Russel Wallace (1871)

Uno dei collaboratori di Charles Darwin scrisse :

“The inference I would draw from this class of phenomena is, that a superior intelligence has guided the development of man in a definite direction, and for a special purpose, just as man guides the development of many animal and vegetable forms. The laws of evolution alone would, perhaps, never have produced a grain so well adapted to man’s use as wheat and maize; such fruits as the seedless banana and bread-fruit; or such animals as the Guernsey milk cow, or the London dray-horse. Yet these so closely resemble the unaided productions of nature, that we may well imagine a being who had mastered the laws of development of organic forms through past ages, refusing to believe that any new power had been concerned in their production, and scornfully rejecting the theory (as my theory will be rejected by many who agree with me on other points), that in these few cases a controlling intelligence had directed the action of the laws of variation, multiplication, and survival, for his own purposes. We know, however, that this has been done; and we must therefore admit the possibility that, if we are not the highest intelligences in the universe, some higher intelligence may have directed the process by which the human race was developed, by means of more subtle agencies than we are acquainted with.”

“Ciò che deduco da questo tipo di fenomeni è che un’intelligenza superiore ha guidato lo sviluppo dell’uomo in una precisa direzione e per uno scopo specifico,

L’uomo della Sindone: scolpito nel marmo
Religione Varie religione

L’uomo della Sindone: scolpito nel marmo

L’uomo della Sindone: scolpito nel marmo

«Questa statua è la rappresentazione tridimensionale a grandezza naturale dell’Uomo della Sindone, realizzata sulle misure millimetriche ricavate dal lenzuolo in cui fu avvolto il corpo di Cristo dopo la crocifissione» spiega Giulio Fanti, docente di Misure meccaniche e termiche all’Università di Padova e studioso della reliquia. Il professore sulla base delle sue misurazioni ha fatto realizzare un “calco” in 3D che – a suo dire – gli permette di affermare che queste sono le reali fattezze del Cristo crocifisso.

«Riteniamo perciò di avere finalmente l’immagine precisa di come era Gesù su questa terra. D’ora in poi non si potrà più raffigurarlo senza tenere conto di quest’opera». Il professore ha affidato al settimanale Chi l’esclusiva di questo suo lavoro, a cui ha rivelato: «Secondo i nostri studi Gesù era un uomo di bellezza straordinaria. Longilineo, ma molto robusto, era alto un metro e ottanta centimetri, mentre la statura media dell’epoca era di circa 1 metro e 65. E aveva un’espressione regale e maestosa»

La religione per controllare le masse
Religione Varie religione

La religione per controllare le masse

La religione per controllare le masse

La religione è un argomento controverso, e vorrei premettere in questo articolo che non è mio scopo sminuire  le convinzioni di nessuno. Il mio problema non è con la fede, che avvicina a Dio, ma con la religione come organizzazione, che è stata usata come mezzo di controllo, per mettere le persone le une contro le altre e per incitare al terrore e alla guerra. La religione in questo contesto serve agli scopi di molte varie elite globali.

La religione è anche confusa, per non dire altro; all’interno di diverse religioni esistono diverse “sette”, ciascuna con i propri insegnamenti su come vivere la propria vita e con la propria la versione della “verità”. All’interno del solo cristianesimo, ci sono più versioni della Bibbia e insegnamenti che si contraddicono a vicenda. Ciò che una religione dice in una parte del mondo può opporsi direttamente a ciò che un altra dice in una parte diversa del mondo. Tutto ciò alimenta sentimenti di confusione e isolamento per chiunque cerchi la “verità”. Se varie religioni predicano diversi modi di vita e verità, non possono essere tutte corrette, vero? Immagino sia per questo che la chiamano fede.

Di seguito è presente un video di Jon Shelby Spong, un vescovo americano in pensione della Chiesa episcopale, che discute di questi problemi. Sostiene che la religione è un business ed è usata come meccanismo di controllo (e non è il primo a pensarla così).