Aumentano gli “sbattezzi”
Religione Varie religione

Aumentano gli “sbattezzi”

Sempre più cattolici chiedono la “cancellazione” dai registri parrocchiali.

Nell’ultimo quinquennio le richieste sono raddoppiate nella diocesi udinese.

Nel settembre 1999 il Garante si è pronunciato sul ricorso. Secondo il provvedimento del Garante non si può cancellare il Battesimo, in quanto esso documenta un episodio effettivamente avvenuto. È però possibile, per chiunque lo desideri, far annotare la propria volontà di non appartenere più alla Chiesa cattolica sul registro parrocchiale. Con questa decisione la giurisprudenza italiana ha stabilito una procedura per l’ottenimento di un diritto, quello di non essere più considerati “figli della Chiesa”.

«Per noi – osserva don Gabassi – è difficile parlare con le persone che compiono questo passo, ma si intuisce che sulla loro decisione incide la controinformazione avviata da atei e agnostici, tant’è che gran parte delle richieste che giungono alle parrocchie sono compilate sullo stesso modulo, scaricato dal portale dell’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti».

 

Leggi Articolo

Articoli che ti potrebbero interessare

Related posts

Leaver your comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.