Anunnaki

La borsa degli Astronauti
Anunnaki Biglino

La borsa degli Astronauti

La borsa degli Astronauti

Intervento di Mauro Biglino.

A guide to Seasonal Flu for Seniors
Anunnaki Medicina

A guide to Seasonal Flu for Seniors

A guide to Seasonal Flu for Seniors

When fall rolls around, the weather begins changes, you start to get in the holiday spirit, and… almost everyone gets sick? This isn’t a coincidence. The colder weather coincides with the beginning of flu season—a time when people being diagnosed with the flu occurs more frequently than normal rates.

While the flu has similar symptoms as a the common cold—sore throat, cough, and a runny nose—the flu can result in far more devastating consequences. This is especially true among seniors, who can experience hospitalization or even death. Between 2010 and 2016, a range of 12,000 to 56,000 people died every year because of the flu, according to the Centers for Disease Control and Prevention, and many of them were people over the age of 65.

The flu is preventable, too, with vaccines and other preventative measures, so let’s discuss exactly what the flu is, what it looks like, how it spreads, and how seniors can protect themselves from the virus.

Full article here

Quando cade l’autunno, il tempo inizia a cambiare, si inizia a entrare nello spirito festivo e … quasi tutti si ammalano? Questa non è una coincidenza. Il clima più freddo coincide con l’inizio della stagione influenzale, un periodo in cui le persone a cui viene diagnosticata l’influenza si verificano più frequentemente rispetto ai tassi normali.

Mentre l’influenza ha sintomi simili a quelli del comune raffreddore alla gola,

La creazione dell’uomo
Anunnaki

La creazione dell’uomo

Gli Anunnaki e la creazione dell’uomo

I procedimenti con cui gli Anunnaki hanno creato l’uomo sono due a seconda dei miti:

1) consiste nell’unire il, seme o sangue di un maschio Anunnaki, con l’ovulo di una ominide.
2) nel mito Enki e Ninmha, si utilizza il seme un Dio e l’ovulo di una ominide, e li si impianta nelle 7 eroine…. Dee della nascita.

In entrambi i casi, il mix cellulare è posto in un contenitore di argilla. Sulla base delle nostre attuali conoscenze scientifiche, vogliamo però provare a ipotizzare quale potrebbe essere stata la procedura che ha portato alla formazione di questi esseri umani geneticamente modificati. Per farlo, dobbiamo chiamare in causa la tecnica di clonazione. Aiutandoci con uno schema, cerchiamo di capire quali potrebbero essere state le fasi fondamentali dell’intervento biogenetico finora ipotizzato. Lo schema mostra in successione le operazioni fondamentali.

La procedura prevede:

• Preliminare selezione dei soggetti da utilizzare come donatori.

• Il soggetto femmina fornirà gli ovociti che verranno raccolti e fatti maturare in ambiente idoneo. Al soggetto maschio verranno invece prelevate alcune cellule somatiche, generalmente cellule che vanno a costituire tessuti di rivestimento (cellule epiteliali). Nel nucleo di una cellula somatica è contenuto l’intero patrimonio genetico (genoma) del soggetto scelto come organismo di partenza.

• Il ciclo vitale di queste cellule viene “bloccato” e mediante l’utilizzo di sofisticate procedure di editing genomico si può in questa fase intervenire per la manipolazione genetica.

La Nasa pubblica un Libro dove sostiene la Teoria degli Antichi Astronauti
Anunnaki Scienza

La Nasa pubblica un Libro dove sostiene la Teoria degli Antichi Astronauti

La Nasa pubblica un Libro dove sostiene la Teoria degli Antichi Astronauti

È possibile che antichi astronauti extraterrestri abbiano visitato il nostro pianeta in un remoto passato e ritenuti dai nostri antenati come divinità discese dal cielo? Secondo un nuovo libro edito dalla Nasa, “Archeology, Anthropology and Interstellar Communication”, l’antica arte rupestre potrebbe essere il segno delle loro visite passate…

La Teoria degli Antichi Astronauti, sulla base di indizi archeologici e riferimenti mitologici, ipotizza che i nostri antenati siano entrati in contatto con viaggiatori extraterrestri in visita sul pianeta Terra e che, in qualche modo, tale contatto abbia influenzato il naturale percorso evolutivo culturale dell’umanità. Tenendo conto del fenomeno noto come Culto del Cargo, i ricercatori ipotizzano che i nostri antenati, impressionati dalla tecnologia in loro possesso, abbiano scambiato gli antichi viaggiatori per divinità, sviluppando un vero e proprio culto finalizzato a richiamarne la presenza. Gli autori di riferimento per i teorici degli Antichi Astronauti sono certamente Zecharia Sitchin, studioso che ha dedicato la sua ricerca alla traduzione e all’interpretazione della mitologia sumera, e Erich von Däniken, la cui opera più conosciuta è senz’altro “Gli extraterrestri torneranno”. Nonostante sia stata bollata, fino a poco tempo fa, come una teoria fantasiosa e fuori da ogni umana comprensione, l’idea degli antichi alieni sta guadagnando sempre più credito, tanto che, recentemente, perfino Bill Clinton, ex presidente degli Stati Uniti, ha dichiarato che non si stupirebbe se si scoprisse che gli extraterrestri hanno già visitato il nostro pianeta. 

Astronauta antico
Anunnaki

Astronauta antico

Semplici coincidenze?

 

La verità
Anunnaki

La verità

Nel tempo dell’inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario

 

Al Worden (Apollo 15) e gli antichi astronauti
Anunnaki

Al Worden (Apollo 15) e gli antichi astronauti

Al Worden Apollo 15 : gli umani sono discendenti di antichi Alieni

L’ex astronauta della NASA Al Worden, che fu pilota del modulo di comando per la missione Apollo 15 nei mesi tra luglio e agosto 1971, in un’intervista rilascia delle dichiarazioni sulla teoria degli antichi astronauti.

Nell’intervista Al Worden sostiene che gli esseri umani sono discendenti da una razza extraterrestre legata agli antichi astronauti che – per varie ragioni – si sono fermati nel nostro pianeta dando inizio alla nostra storia come specie e per aver avuto un ruolo importante nella veloce evoluzione della civiltà umana.

Oldest Story in the World
Anunnaki Enki

Oldest Story in the World

Video creato da Tony Tuthill

Omaggio alla storia dell’ uomo così come raccontata ne ‘Il libro perduto del dio Enki‘ di Zecharia Sitchin. Il video é intitolato ‘The oldest story… in the world‘.

Created for the: YouTube/Guggenheim Biennial.
Art/Story/Video: Tony Tuthill
Songwriter/Musician: Arthur Yoria
Song: Permanent
Album: I’ll be Here Awake (Released in 2003)

Dopo una breve introduzione il video si apre al minuto 0:13 con una serie di immagini riferite alla cultura sumero-babilonese. Si vedono il disco alato, l’anello lunare del dio Sin, e all’ estrema destra il trono colonnato e a baldacchino che compare in molti sigilli di Shamash, Ninsun e altre divinità. La parte bassa é piena di caratteri cuneiformi in stile babilonese. Al minuto 0:20 compare il disco alato con dentro il dio Asshur, una delle più famose rappresentazioni del periodo assiro.

La slide con il titolo del filmato mostra in basso le tre piramidi di Giza, e nei credits abbiamo in sequenza il sistema solare disposto come nel mitico sigillo VA243 e successivamente un dio che lavora col piccone. Davanti a lui un carro da miniera per il trasporto di rocce e minerali, e in mezzo alla scritta dei credits sta l’

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p4
Anunnaki

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p4

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p4

Il 9 ottobre 2010 si spegneva a New York Zecharia Sitchin. In memoria di questo grande pensatore, che ha rivoluzionato il modo di leggere la Storia dell’Umanità, ho deciso di riportare, il più fedelmente possibile, l’intervista televisiva che mi aveva rilasciato il 13 maggio dello scorso anno nella sua abitazione newyorkese. Ho trascritto, traducendo dall’inglese,  parola per parola, ripetizioni, divagazioni ed incisi inclusi. Quando necessario, ho aggiunto, come Nota di Testo, una sommaria descrizione della scena. Zecharia Sitchin, infatti, aveva accompagnato le sue risposte con una mimica straordinaria e per meglio spiegare le sue teorie aveva mostrato alla telecamera statuette, disegni, riproduzioni fotografiche…  (Sabrina Pieragostini)

Nella storia del Giardino dell’Eden ci sono due alberi: l’albero della conoscenza e l’albero della vita- come la loro vita. Ci viene detto che noi ottenemmo la conoscenza, ma non la longevità… Non l’abbiamo ottenuta. La Bibbia è una continua storia di relazioni: si legge che l’umanità ad un certo punto crea insediamenti, costruisce una città e poi una torre, il cui vertice può giungere al cielo. In terminologia moderna la si può definire una torre di lancio verso lo spazio. E questo, “loro”, non volevano che noi lo facessimo. E’ questa la ragione per cui torneranno? Tutti questi annunci riguardo al fatto che gli alieni stanno arrivando e rapiscono esseri umani per fare su di loro degli esperimenti, e vanno e tornano per fare continuamente test… Non è una cosa seria!

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p3
Anunnaki

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p3

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p3

Il 9 ottobre 2010 si spegneva a New York Zecharia Sitchin. In memoria di questo grande pensatore, che ha rivoluzionato il modo di leggere la Storia dell’Umanità, ho deciso di riportare, il più fedelmente possibile, l’intervista televisiva che mi aveva rilasciato il 13 maggio dello scorso anno nella sua abitazione newyorkese. Ho trascritto, traducendo dall’inglese,  parola per parola, ripetizioni, divagazioni ed incisi inclusi. Quando necessario, ho aggiunto, come Nota di Testo, una sommaria descrizione della scena. Zecharia Sitchin, infatti, aveva accompagnato le sue risposte con una mimica straordinaria e per meglio spiegare le sue teorie aveva mostrato alla telecamera statuette, disegni, riproduzioni fotografiche…  (Sabrina Pieragostini)

GLI ALTRI STUDIOSI DI TESTI MESOPOTAMICI NON CONDIVIDONO LE SUE INTERPRETAZIONI

Molti studiosi… Se a qualcuno, di questa o di quella università, domandi se conoscono i libri di Sitchin, dicono:”Sì, sì, li conosco…”. “E che ne pensi?””Bè, il problema è che Sitchin tratta la mitologia come se fosse storia.” Nessuno nega, anzi ogni studioso sa che c’è un testo che contiene l’autobiografia di Enki che dice:”Quando mi sono avvicinato alla Terra, ho visto campi verdi, poi abbiamo ammarato nell’acqua, ho dato questi ordini e questi altri, di testare l’acqua, di berla, ho comandato di controllare i pesci, se si potevano mangiare…” e così via. Se chiedi loro: “C’è un testo simile?”,