Scienza

Il motore Schietti
Scienza

Il motore Schietti

Il motore boicottato

Il funzionamento è analogo alla Pompa di Ctesibio (o pompa a mano) solo che si aumenta la pressione dell’aria sulla superficie dell’acqua mettendo la pompa e tutto l’impianto dentro una camera pressurizzata a 15 atmosfere e l’acqua risale fino a 150 metri sfruttando poi la sua caduta (non servirebbe aggiungere altro, però se volete approfondire proseguite pure).

(La notizia dell’invenzione viene data da anni a pagamento su Facebook, almeno 6 milioni di volte a 2 milioni di persone. Fra le migliaia di Mi Piace e Condividi ci sono centinaia di Ingegneri e Architetti. Sono stato invitato all’Università La Sapienza di Roma a tenere una lezione sul Motore Schietti ad ingegneri esperti di energia. L’Ingegnere Filippi ha risposto varie volte a domande sul Motore Schietti dai microfoni di Radio Gamma 5. Per anni Repubblica e Corriere hanno citato il Motore Schietti nei commenti di articoli pertinenti. Oltre 100 gruppi Facebook hanno pubblicato post del Motore Schietti fra cui molti di ingegneria, fisica e architettura. Se avete dei dubbi e ritenete che sia una bufala per raccogliere donazioni denunciatemi a Polizia, Carabinieri, Striscia, le Iene, Report, Butac, Wikipedia, o chi volete).

La pompa di Ctesibio riesce a pompare acqua attratta dal vuoto quasi senza sforzo fino 10,33 metri di altezza per via della pressione atmosferica che viene esercitata sulla superficie dell’acqua.

Torricelli dimostrò il suo funzionamento con il barometro (cerca pure su qualsiasi enciclopedia,

Il Polo Nord magnetico sta migrando
Scienza

Il Polo Nord magnetico sta migrando

L’esperto Ingv: “Possibile segno di una inversione dei poli”

“Qualcosa di strano sta avvenendo in cima al mondo” scrive Nature. I geologi, però, non hanno ancora trovato una spiegazione scientifica a questa migrazione.

Il Polo Nord magnetico sta migrando, spostandosi dal Canada verso la Siberia. Ne dà notizia la rivista Nature, che anticipa i contenuti del nuovo Modello magnetico globale, il World magnetic model. Questo nuovo report scientifico che descrive le caratteristiche del campo magnetico terrestre aggiornando quello del 2015, era in programma per il 2020, ma gli esperti hanno deciso di anticiparlo al 2019 proprio per dare conto della migrazione del Polo Nord magnetico. La presentazione del nuovo modello era in calendario il 15 gennaio, ma è stata spostata al giorno 30. Colpa dello shutdown Usa, il blocco delle attività amministrative del Governo federale, deciso dal presidente Trump per il mancato accordo con il Congresso, dove i Democratici hanno la maggioranza alla Camera dei Rappresentanti, sul finanziamento di un muro al confine tra Stati Uniti e Messico, cavallo di battaglia della campagna presidenziale del tycoon.

“Qualcosa di strano sta avvenendo in cima al mondo”, scrive Nature. “Il Polo Nord magnetico (che non coincide con quello geografico, ndr) sta scivolando via dal Canada verso la Siberia, guidato dal ferro liquido nel cuore del Pianeta”. I geologi, però, non hanno ancora trovato una spiegazione scientifica a questa migrazione che, secondo Nature, “potrebbe essere legata a un getto di ferro liquido ad alta velocità al di sotto del Canada”.

Si sciolgono i ghiacciai
Scienza

Si sciolgono i ghiacciai

Si sciolgono i ghiacciai

Quasi il 70% dell’acqua dolce del pianeta è contenuta, in forma solida, nei ghiacciai. Ricoprono 15 milioni di chilometri quadrati delle terre emerse (149 milioni 450 mila chilometri quadrati). Ma a causa dell’effetto serra e dell’aumento delle temperature il ghiaccio si sta sciogliendo. Secondo il World Glacier Monitoring Service dell’università di Zurigo la quasi totalità  ha perso in spessore tra mezzo metro e un metro l’anno. Gli effetti più evidenti si vedono in Groenlandia, nell’Artico e in Antartide, ma anche in Italia la situazione è preoccupante.

Dagli ultimi dati raccolti dall’Istat a partire dagli anni Ottanta il 99 per cento delle lingue glaciali italiane sono in graduale regresso. Secondo una ricerca appena pubblicata dall’Istituto federale svizzero di Tecnologia, se nulla cambierà, potrebbero scomparire del tutto entro il 2100. Resteranno solo delle chiazze isolate. E anche nel caso facessimo qualche sforzo, perderanno metà del loro volume. Quando si liquefano non viene liberata solo acqua. Negli ultimi anni sono stati trovati corpi, resti archeologici, animali, piante, batteri zombie ma anche carbonio, che farebbe ulteriormente aumentare l’effetto serra.

Secondo un gruppo di ricercatori dell’Università di Plymouth c’è però un’altra cosa che potrebbe rimettersi in circolo: il fallout radioattivo, ovvero tutte le particelle emesse dai test (ci sono state oltre 2 mila esplosioni per lo mettere a punto armi nucleari),

Brevettato il sistema di Teletrasporto
Fantascienza Scienza

Brevettato il sistema di Teletrasporto

Una serie di brevetti

Una scoperta sensazionale, quella relativa al brevetto registrato il 29 Settembre 2004 da John Quincy St. Clair, lo stesso scopritore del motore a curvatura, dei brevetti riguardanti quindi velivoli ad antigravità come il TR-3B, velivoli che funzionano con propulsione antigravità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non si sa molto di questo inventore, ma nel 2002 molti brevetti misteriosi hanno cominciato ad emergere presso l’Ufficio Brevetti degli Stati Uniti per essere registrati appunto da quest’uomo di nome John Quincy St. Clair. La maggior di questi brevetti riguarda la costruzione di veicoli spaziali, amplificatori di energia Chi, creazione di portali dimensionali (Stargate, Wormhole), quindi del teletrasporto. Tutti, appunto, creati da quest’uomo.

Nell’immagine sopra, una parte del disegno tratto dal brevetto relativo ad un sistema gravitazionale pulsato d’onda, con tunnel generatore che teletrasporta un essere umano nell’iperspazio da una posizione all’altra. Ovvero, per chi ne capisce poco, questa è una invenzione di un sistema che teletrasporta un essere umano nell’iperspazio da una posizione all’altra mediante un’onda gravitazionale pulsata. Il brevetto si trova presso questo link:https://www.google.com/patents/US20060071122

John Quincy St.Clair ha presentato istanza di brevetti per proteggere le seguenti invenzioni.

Contribution to the Theory of Natural Selection
Anunnaki Scienza

Contribution to the Theory of Natural Selection

Contribution to the Theory of Natural Selection

di Alfred Russel Wallace (1871)

Uno dei collaboratori di Charles Darwin scrisse :

“The inference I would draw from this class of phenomena is, that a superior intelligence has guided the development of man in a definite direction, and for a special purpose, just as man guides the development of many animal and vegetable forms. The laws of evolution alone would, perhaps, never have produced a grain so well adapted to man’s use as wheat and maize; such fruits as the seedless banana and bread-fruit; or such animals as the Guernsey milk cow, or the London dray-horse. Yet these so closely resemble the unaided productions of nature, that we may well imagine a being who had mastered the laws of development of organic forms through past ages, refusing to believe that any new power had been concerned in their production, and scornfully rejecting the theory (as my theory will be rejected by many who agree with me on other points), that in these few cases a controlling intelligence had directed the action of the laws of variation, multiplication, and survival, for his own purposes. We know, however, that this has been done; and we must therefore admit the possibility that, if we are not the highest intelligences in the universe, some higher intelligence may have directed the process by which the human race was developed, by means of more subtle agencies than we are acquainted with.”

“Ciò che deduco da questo tipo di fenomeni è che un’intelligenza superiore ha guidato lo sviluppo dell’uomo in una precisa direzione e per uno scopo specifico,

Pannelli solari obsoleti
Ingegneria TOP Scienza

Pannelli solari obsoleti

La parabola con il fluido

Svolta nel mondo delle energie rinnovabili, un gruppo di ricercatori della Chalmers University of Technology hanno sviluppato un liquido in grado di immagazzinare l’energia del sole per quasi 20 anni.

Il mondo ha urgente bisogno di nuove tecnologie capaci di mandare in pensione le attuali fonti energetiche di origine fossile. Una possibile soluzione, che rivoluzionerà l’intero settore energetico, arriva da un team di ricercatori svedesi della Chalmers University of Technology. Gli scienziati, guidati dal professor Kasper Moth-Poulsen, hanno infatti creato un liquido, chiamato combustibile solare termico, in grado di immagazzinare l’energia per quasi 20 anni. “Un combustibile solare termico – spiega Jeffrey Grossman, ingegnere del Massachusetts Institute of Technology (Mit) – è come una batteria ricaricabile, dove al posto dell’elettricità si mette la luce del Sole, che genera calore rilasciato quando necessario”. La soluzione creata da Moth-Poulsen e colleghi, già definita rivoluzionaria da tanti addetti ai lavori, è un composto costituito da carbonio, idrogeno e azoto che, quando colpito dai raggi solari, si riorganizza a livello molecolare diventando un fluido dalle caratteristiche uniche.

L’energia solare, infatti, viene intrappolata grazie dai forti legami chimici, e resta nel fluido anche quando questo, ad esempio durante la notte, si raffredda tornando a temperatura ambiente. Quando in una struttura viene richiesta dell’energia supplementare l’incredibile fluido viene aspirato attraverso una sostanza catalizzatrice, che restituisce alla molecola liquida la sua forma originale,

Scienziati morti negli ultimi 10 anni
Scienza

Scienziati morti negli ultimi 10 anni

Scienziati morti negli ultimi 10 anni

Three scientists investigating melting Arctic ice may have been assassinated, professor claims – Telegraph A Cambridge Professor has made the astonishing claim that three scientists investigating the melting of Arctic ice may have been assassinated within the space of a few months. Professor Peter Wadhams said he feared being labelled a “looney” over his suspicion that the deaths of the scientists were more than just an ‘extraordinary’ coincidence. But he insisted the trio could have been murdered and hinted that the oil industry or else sinister government forces might be implicated. The three scientists he identified – Seymour Laxon and Katherine Giles, both climate change scientists at University College London, and Tim Boyd of the Scottish Association for marine Science – all died within the space of a few months in early 2013. Professor laxon fell down a flight of stairs at a New year’s Eve party at a house in Essex while Dr Giles died when she was in collision with a lorry when cycling to work in London. Dr Boyd is thought to have been struck by lightning while walking in Scotland. Prof Wadhams said that in the weeks after Prof Laxon’s death he believed he was targeted by a lorry which tried to force him off the road. He reported the incident to the police.

http://www.telegraph.co.uk/news/earth/environment/globalwarming/11762680/Three-scientists-investigating-melting-Arctic-ice-may-have-been-assassinated-professor-claims.html

5th holistic doctor (age 33) died in Florida making 5 dead and 5 more missing

http://www.healthnutnews.com/fifth-holistic-alternative-doctor-33-found-dead-in-florida-making-5-dead-and-5-more-missing-doctors/

Alternative Health Doctors Found Dead In the Last 2 Weeks After Run-Ins With The Feds

In the past several weeks,

La sonda cinese Chang’e-4 sul lato nascosto della LUNA
Scienza

La sonda cinese Chang’e-4 sul lato nascosto della LUNA

La sonda cinese è atterrata sul lato nascosto della luna

La sonda Chang’e-4 è atterrata “con successo” sulla faccia nascosta della Luna alle 10,26 locali (3,26 in Italia): lo ufficializzano i media cinesi dopo alcune ore di suspense, in merito alla missione iniziata il 7 dicembre per la conquista di un risultato finora mai ottenuto nell’area inesplorata del satellite terrestre. Le ambizioni aerospaziali della Cina hanno preso forma nell’anno del 50/mo anniversario dello storico sbarco dell’Apollo 11 che portò l’americano Neil Armstrong a essere il primo uomo a calpestare il suolo lunare. La sonda Chang’e-4 ha toccato il suolo lunare e inviato una foto del cosiddetto “lato oscuro” della luna al satellite Queqiao, che trasmetterà le comunicazioni sulla Terra.

Pechino sta investendo miliardi nel suo programma spaziale militare, con la speranza di avere una stazione spaziale con equipaggio entro il 2022 e di inviare missioni umane sulla luna. La missione della sonda lunare Chang’e-4 – intitolata alla dea della luna nella mitologia cinese – è stata lanciata a dicembre dal centro di lancio sud-occidentale di Xichang. È la seconda sonda cinese ad atterrare sulla Luna, seguendo la missione del rover Yutu (Jade Rabbit) nel 2013. A differenza del lato vicino della luna che offre molte aree piatte da abbattere, il lato opposto è montuoso e impervio.

Tra gli obiettivi di Chang’e-4 è condurre studi radioastronomici a bassa frequenza sfruttando l’assenza di interferenze sul lato opposto. Il rover condurrà anche test su minerali e radiazioni,

Ocean cleanup pulisce l’oceano
Scienza

Ocean cleanup pulisce l’oceano

L’enorme isola di plastica che si è accumulata nell’Oceano Pacifico, frutto dei rifiuti plastici di oltre 60 anni, sembra avere le ore contate. Il progetto dell’organizzazione no-profit olandese Ocean Cleanup sta finalmente prendendo il largo per segnare un momento storico nella lotta all’inquinamento ambientale. Le proiezioni dei dati di raccolta dei rifiuti sono stupefacenti e lasciano ben sperare gli addetti ai lavori e il mondo intero…

Il Pacific Trash Vortex, conosciuta anche come Grande Chiazza di Immondizia nel Pacifico(Great Pacific Garbage Patch), è un’enorme accumulo di spazzatura (in particolare plastica) che si trova nell’Oceano Pacifico. Questo fenomeno è talmente grande da essere considerato uno stato grande due volte il Texas contenente 1,8 trilioni di pezzi di detriti. Per anni si è pensato che non potessero esserci soluzioni a questo problema, perlomeno fino ad oggi. Avevamo già parlato del progetto Ocean Cleanup di un’organizzazione no-profit olandese, che ha studiato e messo in azione il primo sistema di pulizia guidato degli oceani al mondo. È stato da poco messo in funzione nella baia di San Francisco, con tanto di diretta streamingmondiale, il System 001, il primo sistema di pulizia degli oceani al mondo.

Si tratta di una struttura tubolare lunga 600 metri a forma di U,

La Cina esplora il lato oscuro della Luna
Scienza

La Cina esplora il lato oscuro della Luna

La Cina esplora il lato oscuro della Luna

La Luna sembra tornare di moda. Dopo mezzo secolo di quasi oblio, ecco che il satellite della Terra è improvvisamente diventato una delle priorità principali di diverse agenzie spaziali e di qualche privato. Prima lo scoop di Elon Musk, che ha annunciato il nome del facoltoso turista che dovrebbe viaggiare in orbita intorno alla Luna, poi le dichiarazioni dell’Amministratore della NASA circa la volontà dell’agenzia americana di creare un “mercato lunare” per le imprese statunitensi. La notizia di oggi è che sulla Luna stanno per arrivare anche i cinesi. Il 7 dicembre 2018, intorno alle 19:30 (ora italiana), dovrebbe avvenire il lancio della missione Chang’e 4, la quarta di una serie di sonde che hanno preso il nome dalla dea cinese della Luna.

Il terzo Paese ad aver compiuto un allunaggio

La Cina non è infatti nuova a imprese lunari. Nel 2013 è diventato il terzo paese, dopo Russia e Stati Uniti, a far “allunare” un veicolo automatico sul nostro satellite. La sonda Chang’e 3 trasportava il robottino mobile YuTu (dal nome del coniglio prediletto dalla dea) che ha esplorato il suolo del nostro satellite inviando foto e immagini video e analizzando la “regolite” lunare con uno speciale radar. Ma il terzo posto, evidentemente non è abbastanza e la Cina vuole essere il primo paese a tentare un’impresa ben più difficile e rischiosa. Chang’e 4, infatti, seguirà la strada della sonda gemella che l’ha preceduta sulla superficie lunare,