Il Concilio di Nicea: origini del Cristianesimo
Religione Varie religione

Il Concilio di Nicea: origini del Cristianesimo

Il Concilio di Nicea: origini del Cristianesimo

Piuttosto che l’avvento e la morte di un Cristo “storico”, gli eventi singoli più importanti nella storia del Cristianesimo furono la “conversione” dell’Imperatore Pagano Costantino e l’incontro dell’aspro Concilio di Nicea nel 325, che infatti definì la vera nascita di Gesù Cristo. Costantino, naturalmente, “si convertì” al Cristianesimo perché esso offriva “una veloce sistemazione” a tutti i suoi efferati crimini, inclusa l’uccisione di numerosi membri della famiglia, rimossi semplicemente dalla confessione e la “fede nel Signore”, assoluzioni che egli non poteva procurarsi da altre religioni come ad esempio il Mitraismo, che non offriva i propri servizi agli omicidi.

Al Concilio di Nicea c’erano non solo leader Cristiani da Alessandria, Antiochia, Atene, Gerusalemme e Roma ma anche i leader di molti altri culti, sette e religioni, inclusi quelli di Apollo, Demetra/Ceres, Dioniso/Bacco/Iasios, Giano, Giove/Zeus, Oannes/Dagon, Osiris e Iside, e “Sol Invictus”, il Sole Invitto, l’oggetto della devozione di Costantino. Lo scopo di questo concilio era di unificare i vari culti in competizione sotto una chiesa universale o “cattolica”, che, naturalmente, sarebbe stata controllata da Costantino e Roma. Come notato, Roma rivendicava l’autorità finale perché sosteneva di essere fondata sulla “roccia di Pietro”. Così, la statua di Giove in Roma fu installata nel Vaticano. In una mossa tipica della costruzione di una religione, gli dei di questi altri culti furono soggiogati sotto il nuovo dio e cambiati in “apostoli” e “santi”.

Come affermato, viene sostenuto che durante il Concilio di Nicea i nomi di Gesù e Cristo furono messi insieme per la prima volta nella frase “Gesù Cristo” o “Cristo Gesù”, unendo due delle maggiori fazioni, con Gesù che rappresentava lo Hesus dei Druidi, Giosuè/Gesù degli Israeliti, Horus/Iusa degli Egiziani e IES/Iesios dei Dionisiaci/Samotraci, e Cristo che rappresentava il Krishna/Chrsto dell’India, l’Unto dei Giudei e KRST dell’Egitto, tra gli altri. Si sostiene così che la frase “Gesù Cristo”, che non era mai stato un nome, non compaia in autori Greci o Latini prima del primo Concilio di Nicea. Quindi, proprio come il nome “Hermes Trismegistus” “rappresenta una tradizione piuttosto che un uomo singolo”,(1) così è per “Gesù Cristo”. Si sostiene anche che un certo Vescovo Eunomius abbia accusato di frode e denunciato il Concilio di Nicea, il cui resoconto non fu mai pubblicato, anche se si suppone che fosse stato fatto e potrebbe essere nei sotterranei Vaticani fino ad oggi.

Riguardo alla compilazione della Bibbia e la creazione del Cristianesimo, Roberts dice:

Ciascuna persona razionale potrebbe aver saputo che gli scritti del Nuovo Testamento erano le opere di un uomo o una scuola di uomini che cercarono di fondere quelle porzioni dei precedenti credi, dottrine, cerimonie, pratiche e formule religiose in una singola religione, che fossero servite per armonizzare e unire l’umanità in uno sforzo comune per procurare il benessere di tutti…. Fu tratto principalmente dai sistemi della Cina, India, Persia, Egitto, Grecia, Roma, Palestina, e persino il sistema Druidico dell’Europa del Nord e dell’Ovest, per formare l’Eclettico sistema di religione…

Walkerr afferma:

Furono utilizzate anche le tradizioni dell’Estremo Oriente. L’Impero Romano era ben consapevole degli insegnamenti e i miti del Buddismo. Immagini di Budda in classico stile Greco furono fatte in Pakistan e Afghanistan nel primo secolo DC. Idee Buddiste come le “orme di Budda” apparvero tra i Cristiani. Il Vescovo Sulpicio di Gerusalemme riferì che, come in India, “Nella polvere dove Cristo calpestò si possono ancora vedere le impronte del Suo passo, e la terra porta ancora l’impronta dei Suoi piedi”. Le metafore e il frasario Buddista comparvero anche nei Vangeli. La formula di Gesù, “Affettuosamente Amato”, era il modo convenzionale per le divinità Tantriche di rivolgere i loro insegnamenti a Devi, la loro Dea.

E Wheless riferisce:

Il Cardinal Newman….dice che Milman ordina i fatti “ammessi da tutti”, cioè: “che la dottrina del Logos è Platonica; quella dell’Incarnazione Indiana; quella di un Regno divino Giudaica; quella degli angeli e demoni (e un Mediatore) Persiana; che la connessione del peccato col corpo è Gnostica; l’idea di una nuova nascita Cinese ed Eleusina; quella della virtù sacramentale Pitagorica; quella della Trinità comune all’Est e all’Ovest; e quella dei riti del battesimo e del sacrificio ugualmente onnipresente”!

Durante i secoli dopo il supposto avvento del salvatore Cristiano, furono convocati almeno 21 concili per stabilire la politica e la dottrina della Chiesa, molti dei quali, come notato, furono mischie sanguinose. Fu un processo lungo e lento che alla fine unì per gran parte le numerose fazioni in guerra. La seguente è una lista parziale delle varie religioni, culti, sette, società segrete e scuole di mistero che contribuirono alla formazione della religione di stato chiamata Cristianesimo:

1. Buddista/Gimnosofica/Sufica
2. Cabiriana/Frigia/Siriana
3. Dionisiaca/Baccanale/Orfica/Samotracia
4. Druidica/Gallica/Teutonica
5. Egizia/Africana
6. Essenza/Nazzarena/Mazarita/Ebionita/Terapeuta
7. Greca/Eleisina
8. Indiana/Brahaminica
9. Mandaeana/Manichea
10. Marcionita/Valentiniana
11. Mitraica/Zoroastriana
12. Neopplatonista/Stoica/Cinica/Eclettica/Peripatetica
13. Fenicia/Cananita/Israelita/Samaritana
14. Jahvista/Cabalistica/Farisaica
15. Romana/Etrusca
16. Samaneana/Maguseana/Sampseana
17. Setiana/Ofita
18. Zelota/Sadochita/Sadducea

In aggiunta a questi gruppi, molti dei quali ovviamente si sovrappongono, ci sono non poche altre branche e ancor più designazioni esoteriche come ad esempio i “Seguaci della Croce Rossa ad Otto punte”, i “Figli del Sole”, l’”Ordine della Mano Nera”, l’”Ordine della mano Rossa”, e il famoso “Ordine di Melchisedek”. Altri gruppi, come i Marianiti, o seguaci della Dea, o furono esclusi o fu dato loro poca autorità a questi concili. Le fratellanze che furono realmente in carica delle “chiese” Terapeute alle quali si rivolgono le epistole Paoline sono come segue: Antiochia era la sede del culto di Adone; Efeso era quella del culto di Attis; Cinto rappresentava gli dei Greci e i misteri Eleusini; la Galazia era lo scenario del culto Dionisiaco; e Roma aveva ogni cosa. I primi Cristiani ad Antiochia erano realmente Gnostici Nazareni, anche Carmelitani, che rappresentavano una delle sedi più antiche della fratellanza e che originariamente erano Egiziane/Cananite/Fenice e più tardi Dioniso/Bacco, che era lo stesso che Giosuè, Iasius, Iesius o Gesù, il cui tempio fu trovato in cima al Monte Carmel.

The Christ Conspiracy” di Acharya S


Il Concilio di Nicea (Articolo in Adobe)

Articoli che ti potrebbero interessare

Related posts

Leaver your comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.