DJI AeroScope presentato alle autorità italiane
Droni

DJI AeroScope presentato alle autorità italiane

DJI AeroScope

Roma 18 maggio 2018

DJI AeroScope, il dispositivo capace di monitorare il volo dei droni e identificarne numerose informazioni, è stato presentato ufficialmente in Italia attraverso una dimostrazione che si è svolta presso l’Aeroporto dell’Urbe a Roma. All’evento hanno partecipato tutte le principali autorità italiane come l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV), le Forze dell’Ordine e Armate. Tutti hanno mostrato particolare interesse verso questo sistema di tracciamento che, presto, diverrà quasi obbligatorio per la salvaguardia delle zone sensibili.

AeroScope è dotato di antenne e dispositivi specifici per intercettare il canale radio utilizzato per il controllo del drone e il segnale di telemetria video che lo stesso velivolo invia direttamente al trasmettitore. Grazie a tali tecnologie sarà possibile risalire alla marca, al modello, numero di serie, nome del proprietario, alla posizione esatta del pilota, alle coordinate di decollo e ad altri dati relativi al multirotore da intercettare.

Il dispositivo è disponibile in due versioni, una fissa in grado di monitorare uno spazio aereo di circa 25 km e una mobile dotata di un range ridotto, pari a 5 km. La prima viene già utilizzata in due aeroporti internazionali dell’Asia e può funzionare anche in modalità cloud per gestire contemporaneamente più apparati posizionati in differenti parti del mondo, la seconda è attualmente in fase di test in Europa. Entrambi i modelli di AeroScope, per il momento, sono in grado di rilevare soltanto i droni prodotti dalla stessa DJI ma l’Azienda è già a lavoro assieme all’Agenzia Europea EASA per ampliare il supporto a qualunque tipo di velivolo radiocomandato.

Related posts

Leaver your comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.