Maxi risarcimento per bimba morta
Medicina

Maxi risarcimento per bimba morta

Pesaro, 4 luglio 2013 – UNA VACCINAZIONE esavalente poi rivelatasi fatale. L’altro ieri, un giudice del tribunale civile di Pesaro ha riconosciuto colpevole il Ministero della Salute e stabilito un risarcimento di 200mila euro, più un vitalizio di circa 700 euro al mese, più un ulteriore indennizzo ancora da quantificare (oltre agli arretrati calcolati dalla vaccinazione ad oggi) — alla famiglia di una bambina pesarese di neanche 6 mesi morta in culla nel febbraio del 2003. Il giudice ha riconosciuto il nesso causale che una serie di medici luminari consulenti della famigla e poi lo stesso consulente del giudice hanno stabilito tra la vaccinazione esavalente cui la bambina venne sottoposta poco dopo la nascita, che risale al settembre del 2002, e la morte avvenuta a febbraio.

Leggi Articolo

Articoli che ti potrebbero interessare

Related posts

Leaver your comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.