bertone

Il processo per la casa del cardinal Bertone
Varie religione

Il processo per la casa del cardinal Bertone

I bilanci del Bambino Gesù restano segreti

Tra due giorni si apre la seconda udienza del processo sul mega appartamento del cardinale Bertone ma già qualcosa nella giustizia d’Oltretevere sembra incepparsi prima ancora di iniziare a marciare come dovrebbe. Il Vaticano ha, infatti, rifiutato categoricamente di fornire in sede processuale i bilanci degli ultimi anni del Bambino Gesù, l’ospedale pediatrico al quale sarebbero state sottratte le risorse per pagare i lavori di ristrutturazione della dimora dell’ex segretario di Stato. E’ stata, infatti, rigettata l’istanza degli avvocati difensori per acquisire i bilanci (della fondazione e dell’ospedale) dal 2011 al 2016, il periodo riguardante il cambio di gestione e il pasticcio dell’appartamento. Niente da fare. Impossibile avere quei documenti contabili sui quali è calato una fitta coltre di segretezza. Documenti ultra riservati. Eppure solo due mesi fa la presidente Mariella Enoc (anch’essa chiamata tra i testi a deporre), nel luglio scorso ad una conferenza stampa sul caso del piccolo Charlie Gard, assicurava ai giornalisti che, grazie a Papa Francesco, era in corso un processo di trasparenza totale e che a breve sarebbe persino stato pubblicato l’ultimo bilancio.

Approfondimento