siria

Gli investigatori dell’OPCW non hanno trovato “nessuna prova” di armi chimiche
Varie

Gli investigatori dell’OPCW non hanno trovato “nessuna prova” di armi chimiche

Gli investigatori dell’OPCW hanno trovato “nessuna prova” di armi chimiche

… nelle strutture siriane bombardate dagli Stati Uniti

Mentre sarà probabilmente l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche a settimane o addirittura mesi a pubblicare il loro rapporto finale sul presunto attacco del gas a Douma (un attacco per il quale giornalisti e altri partiti indipendenti non hanno trovato alcuna prova), gli investigatori dell’organizzazione A quanto pare hanno parlato con ufficiali militari russi dopo aver visitato il sito del centro di ricerca Barzeh a Damasco, una delle tre strutture prese di mira dagli scioperi.

Articolo completo

Il vero motivo della guerra in Siria
Storia

Il vero motivo della guerra in Siria

Il gasdotto dal Qatar

Le radici del conflitto armato in Siria provengono in gran parte dal rifiuto del presidente siriano Bachar al-Assad  di approvare il passaggio di un gasdotto dal Qatar verso l’Europa. “La decisione americana di organizzare una campagna militare contro Bachar al-Assad – ha dichiarato Robert Kennedy Jr – non era iniziata con le manifestazioni pacifiche della Primavera araba nel 2011, ma nel 2009, quando il Qatar aveva  proposto di costruire un gasdotto da 1 miliardo di dollari che avrebbe attraversato l’Arabia Saudita, la Giordania, la Siria e la Turchia.

Il progetto avrebbe assicurato ai paesi arabi del Golfo Persico un decisivo vantaggio sui mercati mondiali del gas e avrebbe rinforzato il Qatar, paese alleato degli Stati Uniti. Il presidente siriano Bachar al-Assad aveva respinto il progetto, perchè andava contro gli interessi della Russia, paese alleato della Siria e grande fornitore di gas naturale all’Europa. Nel 2010, al-Assad aveva iniziato a negoziare con l’Iran per costruire un gasdotto per il trasporto di gas dall’Iran verso il Libano e da qui verso l’Europa. Immediatamente dopo il rifiuto siriano del progetto iniziale, le agenzie d’informazione statunitensi, il Qatar, l’Arabia Saudita e Israele hanno iniziato a finanziare l’opposizione siriana e a preparare la rivolta per rovesciare il governo di Damasco.

La CIA ha trasferito 6 milioni di dollari alla televisione britannica Barada allo scopo di preparare servizi televisivi a favore della destituzione del presidente siriano.

La situazione in Siria
Varie

La situazione in Siria

La situazione in Siria riassunta in una vignetta ….
Siria : attacco chimico costruito
Storia

Siria : attacco chimico costruito

Siria : attacco chimico costruito

L’attacco chimico dei giorni scorsi che ha suscitato indignazione internazionale e provocato i raid americani «è stato costruito al 100%», anche perché le forze armate siriane non possiedono più armi chimiche: lo ha detto il presidente siriano Bashar el Assad in un’intervista all’agenzia France Presse citata dai media internazionali. Assad ha anche aggiunto che l’attacco Usa «non ha ridotto» la potenza di fuoco delle forze governative.

Leggi Articolo

Perchè la bombardano?