sitchin

Oldest Story in the World
Anunnaki Enki

Oldest Story in the World

Video creato da Tony Tuthill

Omaggio alla storia dell’ uomo così come raccontata ne ‘Il libro perduto del dio Enki‘ di Zecharia Sitchin. Il video é intitolato ‘The oldest story… in the world‘.

Created for the: YouTube/Guggenheim Biennial.
Art/Story/Video: Tony Tuthill
Songwriter/Musician: Arthur Yoria
Song: Permanent
Album: I’ll be Here Awake (Released in 2003)

Dopo una breve introduzione il video si apre al minuto 0:13 con una serie di immagini riferite alla cultura sumero-babilonese. Si vedono il disco alato, l’anello lunare del dio Sin, e all’ estrema destra il trono colonnato e a baldacchino che compare in molti sigilli di Shamash, Ninsun e altre divinità. La parte bassa é piena di caratteri cuneiformi in stile babilonese. Al minuto 0:20 compare il disco alato con dentro il dio Asshur, una delle più famose rappresentazioni del periodo assiro.

La slide con il titolo del filmato mostra in basso le tre piramidi di Giza, e nei credits abbiamo in sequenza il sistema solare disposto come nel mitico sigillo VA243 e successivamente un dio che lavora col piccone. Davanti a lui un carro da miniera per il trasporto di rocce e minerali, e in mezzo alla scritta dei credits sta l’

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p4
Anunnaki

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p4

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p4

Il 9 ottobre 2010 si spegneva a New York Zecharia Sitchin. In memoria di questo grande pensatore, che ha rivoluzionato il modo di leggere la Storia dell’Umanità, ho deciso di riportare, il più fedelmente possibile, l’intervista televisiva che mi aveva rilasciato il 13 maggio dello scorso anno nella sua abitazione newyorkese. Ho trascritto, traducendo dall’inglese,  parola per parola, ripetizioni, divagazioni ed incisi inclusi. Quando necessario, ho aggiunto, come Nota di Testo, una sommaria descrizione della scena. Zecharia Sitchin, infatti, aveva accompagnato le sue risposte con una mimica straordinaria e per meglio spiegare le sue teorie aveva mostrato alla telecamera statuette, disegni, riproduzioni fotografiche…  (Sabrina Pieragostini)

Nella storia del Giardino dell’Eden ci sono due alberi: l’albero della conoscenza e l’albero della vita- come la loro vita. Ci viene detto che noi ottenemmo la conoscenza, ma non la longevità… Non l’abbiamo ottenuta. La Bibbia è una continua storia di relazioni: si legge che l’umanità ad un certo punto crea insediamenti, costruisce una città e poi una torre, il cui vertice può giungere al cielo. In terminologia moderna la si può definire una torre di lancio verso lo spazio. E questo, “loro”, non volevano che noi lo facessimo. E’ questa la ragione per cui torneranno? Tutti questi annunci riguardo al fatto che gli alieni stanno arrivando e rapiscono esseri umani per fare su di loro degli esperimenti, e vanno e tornano per fare continuamente test… Non è una cosa seria!

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p3
Anunnaki

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p3

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p3

Il 9 ottobre 2010 si spegneva a New York Zecharia Sitchin. In memoria di questo grande pensatore, che ha rivoluzionato il modo di leggere la Storia dell’Umanità, ho deciso di riportare, il più fedelmente possibile, l’intervista televisiva che mi aveva rilasciato il 13 maggio dello scorso anno nella sua abitazione newyorkese. Ho trascritto, traducendo dall’inglese,  parola per parola, ripetizioni, divagazioni ed incisi inclusi. Quando necessario, ho aggiunto, come Nota di Testo, una sommaria descrizione della scena. Zecharia Sitchin, infatti, aveva accompagnato le sue risposte con una mimica straordinaria e per meglio spiegare le sue teorie aveva mostrato alla telecamera statuette, disegni, riproduzioni fotografiche…  (Sabrina Pieragostini)

GLI ALTRI STUDIOSI DI TESTI MESOPOTAMICI NON CONDIVIDONO LE SUE INTERPRETAZIONI

Molti studiosi… Se a qualcuno, di questa o di quella università, domandi se conoscono i libri di Sitchin, dicono:”Sì, sì, li conosco…”. “E che ne pensi?””Bè, il problema è che Sitchin tratta la mitologia come se fosse storia.” Nessuno nega, anzi ogni studioso sa che c’è un testo che contiene l’autobiografia di Enki che dice:”Quando mi sono avvicinato alla Terra, ho visto campi verdi, poi abbiamo ammarato nell’acqua, ho dato questi ordini e questi altri, di testare l’acqua, di berla, ho comandato di controllare i pesci, se si potevano mangiare…” e così via. Se chiedi loro: “C’è un testo simile?”,

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p2
Anunnaki

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p2

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p2

Il 9 ottobre 2010 si spegneva a New York Zecharia Sitchin. In memoria di questo grande pensatore, che ha rivoluzionato il modo di leggere la Storia dell’Umanità, ho deciso di riportare, il più fedelmente possibile, l’intervista televisiva che mi aveva rilasciato il 13 maggio dello scorso anno nella sua abitazione newyorkese. Ho trascritto, traducendo dall’inglese,  parola per parola, ripetizioni, divagazioni ed incisi inclusi. Quando necessario, ho aggiunto, come Nota di Testo, una sommaria descrizione della scena. Zecharia Sitchin, infatti, aveva accompagnato le sue risposte con una mimica straordinaria e per meglio spiegare le sue teorie aveva mostrato alla telecamera statuette, disegni, riproduzioni fotografiche…  (Sabrina Pieragostini)

Secondo Lei, l’umanità è il risultato di un intervento di inseminazione artificiale degli Anunnaki?
Inseminazione artificiale no, in laboratorio sì. A tal proposito è utile questa (indica la statuetta che ha ripreso in mano ndt) perchè questa è la statuetta di Enki, che ho detto essere stato il leader del gruppo dei 50 che vennero sulla Terra molte migliaia di anni fa. Vennero per l’oro, perché sul loro pianeta avevano dei problemi che noi stiamo sperimentando adesso sul nostro: stavano perdendo atmosfera, stavano perdendo calore. Noi probabilmente stiamo aumentando la temperatura, da loro invece calava. Così i loro scienziati decisero che dovevano creare uno scudo per proteggere la loro atmosfera. La stessa idea di cui si sta discutendo da noi,

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p1
Anunnaki

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p1

Sabrina Pieragostini intervista Sitchin – p1

Il 9 ottobre 2010 si spegneva a New York Zecharia Sitchin. In memoria di questo grande pensatore, che ha rivoluzionato il modo di leggere la Storia dell’Umanità, ho deciso di riportare, il più fedelmente possibile, l’intervista televisiva che mi aveva rilasciato il 13 maggio dello scorso anno nella sua abitazione newyorkese. Ho trascritto, traducendo dall’inglese,  parola per parola, ripetizioni, divagazioni ed incisi inclusi. Quando necessario, ho aggiunto, come Nota di Testo, una sommaria descrizione della scena. Zecharia Sitchin, infatti, aveva accompagnato le sue risposte con una mimica straordinaria e per meglio spiegare le sue teorie aveva mostrato alla telecamera statuette, disegni, riproduzioni fotografiche…  (Sabrina Pieragostini)

Una domanda apparentemente semplice: cos’è Nibiru e chi sono gli Anunnaki?
La domanda che mi fai- come hai detto- è facile da porre, ma in realtà molto complicata. Mi ci sono voluti 14 libri per dare questa semplice risposta! Nibiru è il nome di un pianeta e se vai su internet e scrivi “Nibiru” troverai almeno 1 milione e mezzo di siti che parlano di Nibiru, del Pianeta X e così via. Ormai molta gente crede che lo abbia inventato io, perché prima che iniziassi a scrivere di Nibiru, di come sia fatto e da dove sono arrivati gli Anunnaki, nessuno ne sapeva niente. Se dicevi: “Nibiru”, rispondevano:”Mah, cos’è? Un piatto italiano? Un tipo di pasta?? Chi lo sa…”.

Le origine dell’umanità
Anunnaki

Le origine dell’umanità

Le origine dell’umanità

Estratto da una puntata di Voyager del 2011. Si parla degli Anunnaki. Intervistano Z. Sitchin.

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 4/4
Anunnaki

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 4/4

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 4

AMMUTINAMENTO DEGLI ANUNNAKI

Quaranta anni dei Nefilim dopo il loro atterraggio sulla Terra (circa 300.000 anni fa) questi alieni – che in seguito verranno chiamati Anunnaki (Color che dal cielo scesero sulla terra) si ammutinano. Questo episodio si verifica in occasione di una visita di EN.LIL alla terre delle miniere. La situazione è molto critica al punto che il sovrano del Dodicesimo Pianeta – ANU – padre sia di EN.KI che di EN.LIL decide di scendere sulla Terra. I minatori si rifiutano di lavorare : il lavoro è troppo duro.

CREAZIONE DELL’UOMO

L’estrazione dell’oro deve però continuare. Viene proposta una soluzione: “Lasciamo che Ninti (colei che dona la vita) – l’ufficiale medico – crei un lavoratore “primitivo”. Ma a Ninti serve l’aiuto del capo scienziato il quale rivela “L’essere esiste già”. Decidono quindi di estrarre i geni di un giovane Nefilim e li inseriscono nell’ovulo di un ominide femmina catturato. Impiantato quindi l’ovulo fecondato nell’utero di una Nefilim. Fanno molti esperimenti e tentativi, con molti errori e nascono essere imperfetti. Alla fine ottengono il modello perfetto di UOMO. Altri ovuli fecondati allo stesso modo vengono impiantati in “batterie” di donne Nefilim : nascono così i primi uomini e le prime donne, i primi Homo Sapiens, Adamo ed Eva,

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 3/4
Anunnaki

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 3/4

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 3

Il Pianeta degli Dei si basa interamente su testi mesopotamici e raffigurazioni artistiche attribuite alla prima civiltà vissuta a Sumer nel IV millennio a.C. Al contempo fa continui confronti con l’Antico Testamento. Quindi il libro presenta le informazioni trasmesse negli antichi scritti analizzati alla luce della moderna era spaziale.

CREAZIONE DEL SISTEMA SOLARE

Prima il Sole, Mercurio ed un pianeta chiamato Tiamat; poi Venere e Marte; infine Giove e Saturno, Urano e Nettuno.

CATACLISMA O “BATTAGLIA CELESTE”

Fa la sua comparsa dallo spazio esterno un pianeta di grosse dimensioni, attirato all’interno del Sistema solare, fino a entrare in collisione con Tiamat, spaccandola in due. Nascono così la fascia degli asteroidi, le comete e la Terra con la sua Luna.

ORIGINE DELLA VITA

Il pianeta invasore – il Dodicesimo Pianeta – ha portato la vita all’interno del nostro Sistema solare. Circa 3,8 miliardi di anni fa, la sua collisione con Tiamat ha impiantato sulla Terra (la metà di Tiamat) il seme della vita del Dodicesimo Pianeta.
SOVRANITA’ DEL CIELO

Catturato nell’orbita del Sole, il Dodicesimo Pianeta ruota in un’orbita simile a quella di una cometa, impiegando 3600 anni a fare un giro completo, e questa lo riporta sempre nel “Luogo dell’attraversamento” tra Marte e Giove.

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 2/4
Anunnaki

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 2/4

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 2

Oggi che abbiamo visto atterrare l’uomo sulla Luna (? ndd) è più facile per noi immaginare e descrivere un veicolo spaziale. Anche il cinema e la fantascienza ci hanno aiutato molto direi … Un approccio più moderno consente di dare nuove interpretazioni a vecchie traduzioni che in precedenza non erano chiare. Questo è un aspetto importante della premessa di Sitchin : lui aveva intuito che il periodo storico in cui erano stati interpretati alcuni eventi ne aveva influenzata anche la comprensione. Le traduzioni infatti sono soggette all’interpretazione del traduttore e dalla sua esperienza , dal suo background e dalla sua concezione del mondo. E soprattutto sono frutto del periodo storico in cui il traduttore opera. Ecco perché durante le sue ricerche voleva consultare solo materiale originale.

Gli storici considerano Sumer la culla della civiltà. Questa terra (odierno Iraq racchiusa tra il Tigri e l’Eufrate vicino al Golfo Persico) è il luogo dove sono nate le prime scuole, i primi tribunali, la prima lingua scritta, la prima aritmetica, i primi animali addomesticati e le prime coltivazioni. La lista dei primati è impressionante. I Sumeri raccontano nei propri documenti che tutto quello che sapevano lo avevano appreso dagli Anunnaki. Come facevano i Sumeri a conoscere così bene il Sistema Solare pur non avendo a disposizione telescopi per osservare il cielo? Le Cronache Terresti – la collana di libri principale di Sitchin – forniscono dettagliate informazioni sugli Anunnaki,

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 1/4
Anunnaki

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 1/4

Le teorie di Zecharia Sitchin – parte 1

L’interesse di Zecharia Sitchin nei confronti delle antiche civiltà e delle origini della razza umana scaturiva dalla lettura della Bibbia ebraica originale. Lui partiva da un altro presupposto : se queste storie non fossero leggende, né miti, né allegorie? E se fossero invece storia? L’episodio che fece scaturire il suo interesse risale ai tempi delle scuole elementari, in Israele, durante il mandato britannico. In realtà si trattò solo della domanda posta da un bambino al proprio insegnante , ma l’impegno che ne seguì durò tutta una vita dedicata alla ricerca e allo studio delle lingue antiche, ai viaggi archeologici e alle visite (mirate) ai musei.

Nel corso degli anni Zecharia Sitchin raccolse una quantità di prove talmente vasta ed elaborò una quantità di prove talmente vasta e affascinante, elaborando una quantità di teorie e corollari tali che sua moglie Rina, a un certo punto, lo incoraggiò a “smettere di parlare e cominciare a scrivere”. Nacquero così 14 volumi di saggistica sulle antiche civiltà,  il primo dei quali Il pianeta degli dei, fu pubblicato nel 1976. Sitchin organizzò diversi viaggi per vedere di persona i luoghi e i manufatti che citava nei suoi libri e dette vita a quelli che chiamava i “Sitchin Studies Seminars”, ovvero dei seminari divulgativi. Janet Sitchin, sua nipote, cominciò a frequentare questi seminari per aiutarlo, assistendolo nelle registrazioni e in molte altre attività. In quelle occasioni ha avuto il privilegio di ascoltarlo mentre sviscerava gli argomenti trattati nei suoi libri.