terra

La vera forma della Terra (Ki)
Scienza

La vera forma della Terra (Ki)

Nel poema sumero Enuma Elish

si descrive l’epica della creazione del nostro pianeta Terra (Ki in sumero) da cui il greco Gaea (Gea) “la scavata”. Si descrive l’arrivo di un pianeta (Nibiru) con orbita di ca 3600 anni terrestri con le sue lune intorno al Sole. La collisione tra questo pianeta (Nibiru=il pianeta dell’attraversamento) e delle sue lune con uno dei pianeti del giovane sistema solare – il pianeta TIAMAT – genererà quello che vediamo oggi : il pianeta TIAMAT semi distrutto e i detriti della collisione (fascia degli asteroidi).

Il nostro pianeta TERRA (l’antica TIAMAT) , ferito e senza acqua appare infatti cosi …… Dove ora ci sono gli oceani, ci sono fosse profonde, risultato di quello scontro galattico immane che fu definito la battaglia celeste …… e probabilmente del riversamento di acqua e dei primi semi della vita biologica ….

La Terra è composta da due pianeti
Anunnaki Scienza

La Terra è composta da due pianeti

I Sumeri lo dicevano … Sitchin lo ha scritto …

È stato un violento scontro frontale a creare la Terra così come la abitiamo e la conosciamo oggi. A rivelarlo una nuova ricerca condotta da un team di scienziati guidati dal team dell’UCLA (University of California, Los Angeles). Un embrione planetario chiamato Theia, che si pensa fosse delle dimensioni di Marte o della Terra , è entrato in collisione con il nostro pianeta circa 4,5 miliardi di anni fa, quando la Terra aveva solo 100 milioni di anni.

Era già noto che Theia e la Terra fossero entrati in collisione, ma le nuove prove da parte del team scientifico guidato dall’ UCLA hanno rivelato che si è trattato di un vero e proprio “assalto frontale” e non di un semplice impatto laterale. La forza dell’impatto provocato fra il nostro pianeta e Theia, avrebbe provocato una sorta di fusione fra i due che sarebbero andati a formare un unico pianeta, con la sola fuoriuscita di un pezzo che avrebbe formato la Luna. I ricercatori hanno studiato la rocce del nostro satellite grazie a tre missioni Apollo e confrontandole con le rocce vulcaniche che si trovano in Arizona e nelle Hawaii avrebbero appurato che non c’è alcuna differenza negli isotopi di ossigeno, stabilendo dunque che hanno la stessa composizione chimica.

Fonte Articolo