toyota

Toyota Energy Observer
Varie

Toyota Energy Observer

Il catamarano a idrogeno del futuro

Il futuro della mobilità sarà anche a idrogeno. Toyota lo ha confermato una volta ancora con il sostegno all’operazione Energy Observer, un catamarano elettrico ad alimentazione “ibrida” (solare, eolica e idrogeno), che ha fatto tappa a Venezia. L’imbarcazione francese è stata varata nel porto di Saint Malò nell’aprile del 2017 ed è partita quale mese dopo, in luglio, da Parigi, per affrontare un giro del mondo di 6 anni che toccherà 50 paesi in ogni continente per un totale di 101 tappe. La più importante sarà nel 2020 a Tokyo, in occasione dei giochi olimpici dei quali il costruttore nipponico è partner.

L’impegno di Toyota è quello di ridurre le emissioni di CO2 del 90% rispetto ai valori del 2010 entro il 2050, ma anche di annullare il carico di anidride carbonica dei propri impianti entro la stessa scadenza. Il catamarano Energy Observer è un esempio di come le rinnovabili possano contribuire a modificare la mobilità del domani. L’imbarcazione – già impiegata da Peter Black per le regate – misura 30,5 metri di lunghezza e 12,8 di larghezza ed è stata espressamente modificata. È stata “rivestita” con quattro diversi tipi di pannelli solari che coprono una superficie di circa 170 metri quadrati. Dispone di due turbine e di una vela simile ad un paracadute (smart kite) da 50 mq per sfruttare l’energia eolica. Il surplus quotidiano di energia viene impiegato per la produzione di idrogeno: la capacità di stoccaggio è di 62 litri (8 bombole a bordo),