Astronauta antico
Anunnaki

Astronauta antico

Semplici coincidenze?

 

Il sangue Rh negativo
Fantascienza Scienza

Il sangue Rh negativo

Il gran mistero del sangue Rh negativo

All-In-One Solar Energy System
Ingegneria TOP

All-In-One Solar Energy System

Smartflower POP

è una soluzione a energia solare (con cella fotovoltaica), che fornisce un monitoraggio dei livelli di energia efficace e facile. Sono disponibili tre modelli (POP, POP + e POP-e). I prezzi partono da 24.000 USD. L’azienda garantisce un risultato di auto-utilizzo del 60% con il loro prodotto. Con l’installazione relativamente semplice e rapida, il prodotto sarebbe un’eccellente opzione energetica a lungo termine per i proprietari di case che possono permettersi il prodotto.

Chi è Cambridge Analytica – parte 2
Varie

Chi è Cambridge Analytica – parte 2

Chi è Cambridge Analytica

Chi è Cambridge Analytica e come usa le tracce digitali dei cittadini online

Brexit e le elezioni presidenziali negli Usa

Cambridge Analytica ha acquisito graduale popolarità a partire dal novembre del 2015, quando Nigel Farage aveva annunciato che la più radicale delle campagne della Brexit, “Leave.EU”, era stata commissionata a una società di Big Data, in grado di valutare i profili di personalità di un target utilizzando tracce digitali. Si trattava di Cambridge Analytica. Dopo il successo della Brexit, Cambridge Analytica prende parte a una campagna elettorale condotta in un contesto culturale e socio-politico profondamente diverso rispetto a quello del Regno Unito: le primarie Repubblicane negli Stati Uniti d’America. Alexander Nix, amministratore delegato di Cambridge Analytica, durante il Concordia Summit, illustra il modo di operare della società e gli strabilianti risultati ottenuti con il Senatore Cruz.

La ricetta proposta da Nix è composta da tre ingredienti: scienze comportamentali, big data e tecnologia. «L’idea che tutte le donne debbano ricevere lo stesso messaggio in base al loro genere o tutti gli Afro Americani in base alla loro etnia è assolutamente ridicola». Nix non nega l’importanza dei fattori sociodemografici, ma la segmentazione psicografica assume una funzione strategica perché «comprendere la personalità significa anticipare il comportamento in genere e, ovviamente, anche il comportamento di voto». Andando avanti, Nix mostra in un’infografica cinque volti corrispondenti a ogni tratto di personalità del Big 5 e spiega che, grazie a questi dati, diventa possibile personalizzare tutti i messaggi inerenti ai temi dell’agenda elettorale,

GoodYear Oxygene la gomma viva che mangia lo smog
Scienza

GoodYear Oxygene la gomma viva che mangia lo smog

Prototipo di gomma della Goodyear – l’Oxygene

propone davvero qualcosa di mai visto prima. Ossia un pneumatico vivo che “mangia lo smog”. Dentro la singolare struttura della gomma c’è infatti muschio vivo che cresce all’interno del fianco del pneumatico. “Singolare” perché quella che noi conoscevamo come carcassa della gomma, è una struttura completamente aperta, proprio per assorbire l’umidità e l’acqua dalla superficie stradale, “facendole entrare in circolo – spiegano alla Goodyear – nella spalla e permettendo che si realizzi una vera e propria fotosintesi e che venga rilasciato ossigeno nell’aria”.

L’idea, per quanto folle, nasce da uno studio molto approfondito. E da una visione futuribile di quello che sarà il settore delle gomme. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) infatti oltre l’80% di chi vive in città è esposto a livelli di inquinamento che superano i limiti prescritti dall’OMS. “Si prevede che entro il 2050 più di due terzi della popolazione mondiale vivrà nelle città, pertanto la pressione sulle reti di trasporto nei contesti urbani aumenterà in modo significativo,” dichiara Chris Delaney, Presidente di Goodyear EMEA. “Infrastrutture e trasporti più verdi e più intelligenti saranno fondamentali per affrontare le sfide più urgenti della mobilità e dello sviluppo urbano.”

E qui arriva l’idea della Goodyear: con Oxygene – secondo le prime stime – in una città come Parigi (ha con circa 2,5 milioni di veicoli) si potrebbero generare quasi 3.000 tonnellate di ossigeno e assorbire più di 4.000 tonnellate di anidride carbonica all’anno. Ovviamente già che c’erano alla Goodyear non hanno perso tempo: Oxygene è realizzato con stampa 3D,

L’enzima della longevità
Scienza

L’enzima della longevità

Non ha più segreti l’enzima della longevità

Svelato il segreto dell’enzima della longevità, la telomerasi: agisce producendo sequenze ripetute di piccoli segmenti di Dna di sei lettere alle estremità dei cromosomi. Questo meccanismo, descritto sull’Embo Journal, potrebbe diventare il bersaglio di una nuova generazione di farmaci anti-invecchiamento. Coordinati da Julian Chen, i ricercatori dell’Arizona State University hanno individuato un segnale di pausa dell’enzima, come un freno a mano inserito, che impedisce alla telomerasi di aggiungere sequenze ripetute all’infinito.

Ogni cellula può dividersi solo un numero limitato, anche se considerevole, di volte: la loro longevità è legata alla lunghezza dell’estremità dei cromosomi, chiamate telomeri. Queste regioni sono protette da speciali cappucci, formati da brevi sequenze ripetute di Dna che si accorciano dopo ogni divisione cellulare. Un processo che funziona come un orologio interno, una sorta di conto alla rovescia per le cellule fino al punto in cui le estremità dei cromosomi restano ‘nude’, innescando una serie di destabilizzazioni del Dna che portano alla morte cellulare. È a questo livello che entra in gioco l’enzima della longevità. Il conto alla rovescia può essere, infatti, rallentato grazie alla telomerasi, che aggiunge alcune delle sequenze ripetute di Dna perdute dai telomeri. In questo modo, si può allungare la vita media delle cellule,

L’ossessione del diavolo
Religione

L’ossessione del diavolo

Padre Alberto Maggi

frate dell’Ordine dei Servi di Maria, ha studiato nelle Pontificie Facoltà Teologiche Marianum e Gregoriana di Roma e all’École Biblique et Archéologique française di Gerusalemme. “…Quella del diavolo è stata indubbiamente una trovata eccezionale, un alibi per le malefatte degli uomini…”. “…Nella Bibbia ebraica è completamente assente l’idea di persone possedute dal diavolo o dai demòni, e non si trova un solo caso di indemoniato…”.
“…hanno fatto e fanno più danni i cristiani con la loro ossessione del diavolo che quanti ne negavano la presenza…”.

Al successo della figura del diavolo ha indubbiamente contribuito in passato una puerile leggenda, sorta al di fuori della Bibbia, nel Libro dei segreti di Enoc, che mise salde radici nel cristianesimo dei primi secoli e ha alimentato credenze popolari: quella di Lucifero, il bellissimo angelo castigato da Dio per la sua superbia e trasformato nell’orrendo diavolo nemico dell’umanità.

Artcolo integrale

Arthur Schopenhauer : la verità
Varie

Arthur Schopenhauer : la verità

TUTTE LE VERITA’ PASSANO ATTRAVERSO 3 STADI
  1. Primo : vengono ridicolizzate.
  2. Secondo : vengono violentemente contestate.
  3. Terzo : vengono accettate dandole come evidenti.

 

Area 52
Fantascienza Scienza

Area 52

Area 52: la nuova Area 51

Tutti hanno sentito nominare l’Area 51, la misteriosa base militare top secret statunitense, situata nello stato del Nevada, dove si svolgono i test dei velivoli sperimentali e dove si favoleggia che vengano custoditi dischi volanti di provenienza extraterrestre. Ma quanti di voi hanno sentito nominare l’Area 52?

Eppure esiste. Il poligono di Tonopah, situato a una cinquantina di chilometri a sud-est dalla cittadina omonima, sempre in Nevada, a 110 chilometri dalla ben più famosa Area 51, si estende su circa 1600 chilometri quadrati ed è denominato ufficialmente Area 52. Ogni riferimento al telefilm Stargate, nel quale l’Area 52 è il nome in codice della base che ospita il dispositivo alieno che dà nome alla serie, è puramente casuale.

Inserisci le coordinate su google Maps : 37.401573, -116.867808

Le

L’Area 52 – quella vera – è oggetto di minori attenzioni ufologiche rispetto alla 51, ma questo non vuol dire che non vi avvengano cose al limite della fantascienza. Per esempio, gli aerei Stealth F-117 (i cosiddetti aerei “invisibili”) volarono qui per sette anni, dal 1982 al 1989, nel segreto assoluto. Gli abitanti della cittadina avvistavano strani velivoli, ma avevano il buon senso di non fare troppe domande, come racconta 8newsnow.com, anche perché avevano quasi tutti parenti che lavoravano alla base e non volevano inguaiare nessuno.

Spiritualità personale
Biglino

Spiritualità personale

L’energia che produce tutto

Mauro Biglino